Programma formativo

Il primo modulo offre un primo approfondimento sul  tema della prevenzione sismica nei beni culturali, affrontando le metodologie di analisi del rischio e chiarendo i principali meccanismi di danno . Due specialisti si alterneranno sui temi del ‘risk assessment’ e sugli aspetti tecnici del comportamento sismico degli edifici storici.

1. Giorno

Introduzione ​(1h)

presentazione dello stato dell’arte, complessità ed esigenze

Il rischio sismico per i beni culturali ​(5h)

  • Il bene culturale e il suo uso, implicazioni sull’aumento del rischio
  • Criteri per l’analisi del rischio combinato: metodi di “risk assessment”
  • La legislazione dei beni culturali: cosa è attualmente richiesto, la funzione delle Soprintendenze, il ruolo e le responsabilità dei vari professionisti coinvolti, le esigenze dei gestori
  • Panorama dei metodi di analisi della vulnerabilità simica

Esercitazione ​(2h)

Coordina l’esercitazione: Sandra Tonna, Architetto-Restauratore, specialista in conservazione di strutture storiche in ambiente sismico

2. Giorno

L’analisi del rischio sismico nelle strutture antiche​ (6h)

  • Aspetti generali, meccanismi di danno elementari, criteri di analisi
  • Comportamento sismico delle strutture in muratura e muratura/legno
  • La morfologia del fabbricato, le tecniche costruttive e il loro ruolo nei dissesti
  • Il degrado dei pannelli murari e il suo ruolo nei dissesti
  • Il degrado degli orizzontamenti lignei e il suo ruolo nei dissesti
  • Lo studio dei cinematismi di collasso

Esercitazione​ (2h)

Coordina l’esercitazione: Sandra Tonna, Architetto-Restauratore, specialista in conservazione di strutture storiche in ambiente sismico

I docenti


Sandra Tonna

Architetto

Giovanni Cangi

Ingegnere

CNR

Paola Matilde Pesaresi

Architetto

Hylab

Acquista ora!

Modulo 1

Il rischio sismico per i beni culturali: aspetti generali, meccanismi di danno, criteri di analisi.

SiBeCu - Sisma e Beni Culturali


7/8 giugno 2019

400 € IVA inclusa

327.87 € IVA esclusa

X