Programma formativo

Il secondo modulo affronta il tema che è al cuore della prevenzione sismica: l’analisi della vulnerabilità, di cui verranno analizzati i criteri metodologici e le procedure. I partecipanti potranno verificare in modo diretto le procedure grazie alla presentazione di numerosi casi studio e grazie ad una esercitazione che prevede un lavoro in piccoli gruppi con la compilazione di schede speditive di analisi della vulnerabilità, la loro immissione su tablet e la verifica finale dei risultati.

1. Giorno

Analisi di vulnerabilità sui Beni Culturali (6h)

  • Conoscenza del costruito in riferimento a NTC 2018 e Linee Guida BBCC.
  • Metodologie operative e strumenti speditivi per la valutazione del danno post sisma.
  • Obiettivi, procedure e metodi speditivi per l’analisi di vulnerabilità
  • Casi di studio

Esercitazione (2h)

Coordina l’esercitazione: Sandra Tonna, Architetto-Restauratore, specialista in conservazione di strutture storiche in ambiente sismico

2. Giorno

Forme di vulnerabilità e modalità di collasso (6h)

  • Approfondimenti della conoscenza: caratterizzazione dei materiali, ammorsamenti, quadro fessurativo, discontinuità murarie, presenza trattenimenti
  • Sicurezza e conservazione del costruito: dalle forme di vulnerabilità allo studio cinematismi di collasso.
  • Il caso studio della Cascina Cuccagna

Esercitazione (2h)

Coordina l’esercitazione: Sandra Tonna, Architetto-Restauratore, specialista in conservazione di strutture storiche in ambiente sismico

I docenti


Sandra Tonna

Architetto

Fabio Vanerio

Architetto

Politecnico di Milano

Fabio Maroldi

Docente di “Strutture e criteri di progettazione antisismica”

Politecnico di Milano

Acquista ora!

Modulo 2

Analisi di vulnerabilità: criteri metodologici e procedure

SiBeCu - Sisma e Beni Culturali


14/15 giugno 2019

400 € IVA inclusa

327.87 € IVA esclusa

X